Al Santuario dell’Addolorata Rosario e Santa Messa. I prossimi pellegrinaggi in programma. Proposto un concorso artistico, letterario e musicale sulla misericordia

I rhodensi giocano in casa e tutte le parrocchie si sono date appuntamento alla Porta Santa del Santuario dell’Addolorata per il Rosario e la Messa ogni primo sabato del mese. In particolare, la comunità di San Paolo vivrà momenti dedicati ogni terzo sabato del mese. I primi a organizzare un pellegrinaggio saranno gli adolescenti e i giovani di Pogliano, Vanzago e Pregnana, che approderanno davanti al quadro della Vergine il 14 febbraio. Le parrocchie bustesi di Sant’Edoardo e Santa Croce hanno scelto l’itinerario breve, prenotando una serata; Sant’Edoardo ha optato per una mattinata che terminerà con pranzo al sacco, sempre in giugno. Il 4 marzo i pellegrini arriveranno da Cusago, il 6 maggio da Arese, l’8 maggio da Olgiate Olona. L’intero Decanato di Legnano vivrà una veglia abbinata alla preghiera mariana l’11 maggio, ma non mancheranno fedeli in arrivo da Milano: per il 21 maggio si è prenotato un gruppo della terza età. In settembre il pellegrinaggio sarà a piedi, da Corbetta a Rho, come accade da alcuni anni, dalle 16 alle 23 di sabato 17. Il giorno dopo, data in cui si celebra la festa del Santuario, saranno a raccolta tutti i malati del Decanato di Rho. Infine, il 29 ottobre toccherà all’Oftal Lombardia.

«Se subito dopo l’apertura della Porta Santa a Rho, il 13 dicembre scorso, non c’era ancora un programma preciso di questo anno giubilare, ora abbiamo un calendario che vedrà aggiungersi sicuramente molte altre date – spiega padre Gianfranco Barbieri, che coordina le attività del Giubileo al Santuario dell’Addolorata -. Come era prevedibile, visti gli impegni natalizi del sacerdoti ambrosiani, ci si è organizzati in questi ultimi giorni. I fedeli, intanto, si sono già mossi, donandoci un significativo riscontro ai confessionali».

Intanto i Padri Oblati missionari di Rho, l’associazione culturale Oblò e l’accademia musicale Stabat Mater propongono un concorso artistico, letterario e musicale sul tema “Misericordia: strada per una nuova umanità?”. È rivolto a ragazzi delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo e secondo grado e ai giovani fino ai 35 anni, che abitano nella Diocesi di Milano (i regolamenti sul sito www.oblatirho.it specificano le varie fasce d’età e l’area territoriale). Le opere verranno esposte al Collegio accanto alla Basilica in autunno. L’iniziativa vanta il patrocinio del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova evangelizzazione, dell’Arcidiocesi di Milano, di Regione Lombardia e della Città di Rho.